chi siamo contatto news cerca home page
Link
 
 



Una politica industriale europea per i settori della ceramica e del vetro

The future of the European ceramics and glass industries
creating the conditions for sustainbility


Conferenza internazionale - Bruxelles, 27 gennaio 2004

Il 27 gennaio 2004 si è svolta a Bruxelles un’importante Conferenza internazionale sulla politica industriale nell’Europa allargata, con particolare riferimento ai settori della ceramica e del vetro, trascurati dalla Comunicazione della Commissione COM(2002)714.

La Conferenza è stata presieduta dal Commissario europeo per le imprese e la società dell’informazione Erkki Liikanen, affiancato da rappresentanti dell’industria europea della ceramica e del vetro e da rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei lavoratori.

Le parti interessate alla difesa e allo sviluppo in Europa di queste importanti attività manifatturiere si sono confrontate sui problemi di occupazione e di mercato, di processi produttivi e di impatto ambientale, di innovazione tecnologica e di politiche dei consumatori.

Scopo principale della Conferenza è stato di inserire anche l’industria dei minerali nella "mappa mentale" dei politici europei, ricondotta a pieno titolo nell’ambito della politica industriale europea. Da ciò dipenderà il futuro di questo settore, particolarmente esposto alla pressione competitiva internazionale.

In primo piano per tutti ci sono gli effetti della crescente globalizzazione dell'economia, i costi e la disponibilità dell'energia e delle materie prime, così come le strategie necessarie per assicurare la compatibilità ambientale dell'industria nel lungo periodo.

Nella discussione che si è sviluppata tra le parti, è emersa anche l'importanza di puntare sulla competitività industriale delle attività manifatturiere quali la ceramica e il vetro. Insieme questi settori comprendono più di 5000 imprese europee, per la maggior parte piccole e medie, con un valore della produzione aggregato di circa 55 miliardi di Euro e più di 400 mila addetti.

Il Commissario Liikanen, in apertura dei lavori, ha riaffermato come "la ceramica e il vetro rappresentano un classico esempio dell'importanza dell'industria manifatturiera. Una forte base manifatturiera rimane vitale per sviluppare e creare benessere in Europa, ma serve anche a guidare lo sviluppo dell'industria dei servizi." "Il nostro obiettivo", ha proseguito Liikanen, "è di combinare le condizioni favorevoli per l'industria con l'incremento della produttività." Questa scommessa, condotta con realismo e responsabilità, può garantire uno sviluppo sostenibile nel medio-lungo periodo. Sarà necessario, in ogni modo, che agli sforzi delle imprese produttrici si affianchino valide misure di sostegno a livello comunitario.

Si riporta il discorso del Commissarrio Liikanen.

Per Cérame Unie sono intervenuti:

  1. Luitwin Gisbert von Boch-Galhau (Presidente di Cérame Unie):
    Competitività dell'industria della ceramica
  2. Jacques Russeil (PRE):
    Misure protettive nei confronti della Cina
  3. Ian J.Dudson (Dudson Ltd):
    Contraffazioni nel settore della stoviglieria - Marchio di origine
  4. Ray W.Doughty (Hepworth Building Products Ltd):
    IPPC
  5. Robin Schmidt-Whitley (Veitsch-Radex GmbH & Co):
    Nuova Politica Chimica (REACH)
  6. Wolfgang Reithofer (Wienerberger AG):
    Silice cristallina

Programma della giornata
Summary Background to Conference Sessions
Comunicato stampa ufficiale
Verbale di Cérame Unie

Nel sito Internet della Direzione Generale Impresa Unit E2 della Commissione europea, sono state predisposte le pagine:
http://europa.eu.int/comm/enterprise/steel/conference_glass-ceramics.htm
e
http://europa.eu.int/comm/enterprise/steel/post-conference_glass-ceramics.htm

Resoconti delle riunioni di follow up

Documento finale 17 gennaio 2005


Torna al Calendario 2004