chi siamo contatto news cerca home page
Link
 
 

7o Programma-quadro di ricerca e sviluppo - Piattaforma tecnologica della ceramica


Il 7° Programma-quadro di ricerca e sviluppo dell’Unione europea è un programma pluriennale di sostegno dell’innovazione tecnologica, con un valore aggiunto europeo. Il Programma dovrebbe essere accompagnato da un finanziamento complessivo di 50 miliardi di euro nell’arco di sette anni (2007-2013). Nei settori nei quali si è maggiormente manifestato il progresso della conoscenza e delle tecnologie, la Commissione ha proposto che le priorità di ricerca siano individuate da “piattaforme tecnologiche europee”, il nuovo strumento destinato a:
  • coinvolgere in maniera organica tutti i soggetti interessati alla ricerca e allo sviluppo di un determinato macro settore: industria, università, centri di ricerca, associazioni dei consumatori, istituzioni finanziarie ecc.,
  • selezionare le priorità di ricerca per i prossimi 10-20 anni,
  • generare i progetti di ricerca collettivi e transnazionali, sui quali verranno allocate le risorse del 7° Programma-quadro.
Le piattaforme vengono istituite nei settori nei quali la competitività europea, la crescita economica e il benessere dipendono dai progressi realizzati nel campo della ricerca e della tecnologia. In quest’ambito si deve collocare la piattaforma tecnologica europea della ceramica.
Anche l'industria ceramica europea deve partecipare al grande progetto lanciato a Lisbona nel 2000, di collegare la competitività e lo sviluppo dell’industria alla conoscenza e all’innovazione.
La piattaforma tecnologica, in quanto strumento di interesse generale per tutta l'industria ceramica europea, può essere promossa dal Centro Ceramico di Bologna e gestita, a livello europeo, da Cérame-Unie.
Il Centro Ceramico di Bologna è un istituto universitario di ricerca e sperimentazione per l’industria ceramica, promosso da un Consorzio universitario del quale fa parte anche Federceramica. Cérame-Unie è l’ufficio di coordinamento delle federazioni industriali europee della ceramica.
Nello dicembre 2005, Federceramica propose al Centro Ceramico di farsi parte diligente in questo “esercizio” e di svolgere un ruolo propulsivo nell’elaborazione della piattaforma tecnologica della ceramica, realizzando in pieno il proprio compito istituzionale e l’interesse dei soggetti promotori (università e industria).
Il Centro Ceramico ha raccolto l’impegno e ha sviluppato tre distinte iniziative:
  1. Ha informato i componenti italiani della Commissione ITRE del Parlamento europeo (presso la quale è in discussione la proposta di Decisione del Consiglio relativa al 7° Programma-quadro) dell’esistenza di questo progetto: la volontà dell’industria ceramica europea di dotarsi di una “piattaforma tecnologica”. Conseguentemente è stato chiesto agli europarlamentari di presentare un emendamento al testo in discussione, per inserire anche la ceramica tra i settori interessati alle piattaforme tecnologiche (nella proposta di Decisione esiste infatti un elenco di dieci settori tra i quali non figura la ceramica)
  2. Ha predisposto una prima bozza organica di Piattaforma, che è stata presentata a Cérame-Unie con un appello alla mobilitazione generale
  3. Ha predisposto una articolata agenda strategica di ricerca.



Sito Cordis
Piattaforme presentate
Leaflet